You are here

Innovazione, digitalizzazione ed efficienza operativa

Per favorire nuovi usi dell’energia e nuovi modi di gestirla e renderla accessibile a sempre piu persone in maniera sostenibile, Enel ha fatto dell’innovazione e della digitalizzazione elementi chiave della propria strategia, per crescere in un contesto in veloce trasformazione, garantendo elevati standard di sicurezza, business continuity ed efficienza operativa. Un percorso che interessa sia il business tradizionale sia lo sviluppo di nuovi modelli e tecnologie e che fa leva su creatività, passione, idee e tecnologie non solo all’interno ma anche all’esterno dell’azienda. Enel opera attraverso un modello di Open Innovability, in cui le soluzioni, oltre a essere innovative, garantiscono sostenibilità nel lungo termine sia per il business di Enel sia per le comunita in cui opera. Un ecosistema basato sulla condivisione che permette di affrontare le sfide connettendo tutte le aree dell’azienda con start-up, partner industriali, piccole e medie imprese, centri di ricerca, università e piattaforme di crowdsourcing. Enel ha all’attivo 91 accordi di partnership di innovazione, tra cui otto accordi globali e trasversali a piu Linee di Business che, oltre ai campi d’azione tradizionali di Enel come le rinnovabili e la generazione convenzionale, hanno promosso lo sviluppo di nuove soluzioni per l’emobility, le microgrid, l’efficienza energetica e l’industrial Internet of Things (IoT). Nel corso del 2018 si e allargata anche la rete degli Hub dove le start-up hanno la possibilità di testare le proprie soluzioni attraverso il supporto delle strutture e delle conoscenze di Enel. In particolare, sono presenti sei Innovation Hub (Silicon Valley, Tel Aviv, Madrid, Mosca, Santiago del Cile e Rio de Janiero) e tre Innovation Hub&Lab (Catania, Pisa e Milano). Tramite gli Innovation Hub nel 2018 sono stati organizzati 28 bootcamp, attività di scouting dedicate a specifiche tecnologie di interesse del Gruppo.

La piattaforma online di crowdsourcing ”Openinnovability.com” e diventata un luogo digitale dove il dialogo è sempre aperto e le idee non conoscono limitazioni. Sono proprio le idee di progetto a essere protagoniste delle challenge lanciate sul sito attraverso le “call”. Nel 2018 Enel ha lanciato 27 challenge di innovazione e sostenibilità.

Il processo di cambiamento non puo prescindere dallo sviluppo di specifiche attività in materia di cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità aziendale a livello globale.

E proseguita l’“Innovation School”, con l’obiettivo di fornire alle persone Enel coinvolte nelle attività di innovazione competenze e conoscenze sulle metodologie di lavoro innovative.

Sono stati identificati all’interno di Enel circa 100 Innovation Ambassador provenienti da varie Funzioni e aree aziendali in Italia, Brasile e Colombia, con l’obiettivo di far si che l’innovazione diventi parte del lavoro quotidiano attraverso specifiche metodologie di lavoro. Prosegue anche il progetto My Best Failure, che mira a diffondere la no blame culture e a incoraggiare la sperimentazione innovativa.

Inoltre, nel 2018 sono proseguite le attività delle ”innovation community”, che coinvolgono diverse aree e professionalità all’interno dell’azienda. Energy storage, blockchain, droni, realtà aumentata e virtuale, stampa 3D, intelligenza artificiale, “wareables“ (dispositivi indossabili) e robotica sono gli ambiti e le tecnologie affrontate nell’ambito di tali comunità. Negli ultimi anni Enel ha intensificato l’uso dei droni nelle attività di monitoraggio e manutenzione dei propri asset, ispezionando campi solari, parchi eolici, dighe e bacini idroelettrici, componenti chiuse negli impianti tradizionali e le linee di distribuzione, con l’obiettivo di aumentare l’efficienza dei processi di esercizio e manutenzione e soprattutto di ridurre l’esposizione a rischi dei lavoratori.

Inoltre, i sistemi di accumulo, oltre a garantire il supporto continuo alle attivita di business correnti, consentono l’apertura a nuove frontiere di business sostenibile. Utilizzare sistemi di stoccaggio assicura il miglioramento dei livelli di affidabilità e l’incremento di indicatori di qualità della distribuzione, oltre a garantire, unitamente alla generazione tradizionale, il bilanciamento di rete e la stabilita di carichi di sistema a livello nazionale.