You are here

Prevedibile evoluzione della gestione

Il Piano Strategico 2019-2021 del Gruppo, presentato nel novembre del 2018, si focalizza sulla centralità del modello di business integrato, in grado di cogliere le opportunita derivanti dalla transizione energetica. La crescita nelle energie rinnovabili, lo sviluppo e l‘automazione della rete di distribuzione, le opportunità rappresentate dall’elettrificazione e l’attenzione al cliente rappresentano le linee guida della strategia del Gruppo. In particolare, il Piano Strategico 2019-2021 del Gruppo si focalizza sui temi di seguito elencati.

  • Crescita industriale: si prevede che il Gruppo investa un totale di 27,5 miliardi di euro nell’arco di piano, con l’obiettivo di generare un incremento cumulato dell’EBITDA ordinario di 3,2 miliardi di euro, cui contribuirà tutta la gamma degli investimenti nelle tre categorie di Asset Development, Customers e Asset Management.
  • La decarbonizzazione, in particolare, apre la strada alla creazione di valore, con le rinnovabili che dovrebbero generare un incremento cumulato dell’EBITDA di 1 miliardo di euro tra il 2019 e il 2021; la focalizzazione degli investimenti nei mercati in cui Enel ha una presenza integrata e nelle economie mature consentira al Gruppo di aumentare la redditività e conseguire gli obiettivi di decarbonizzazione.

Nel 2021 si prevede che il 62% dell’energia generata dal Gruppo Enel sia a zero emissioni, rispetto al 48% stimato nel 2018.

  • Efficienza operativa: confermato l’obiettivo di 1,2 miliardi di euro di benefíci cumulati derivanti da efficienze previsti entro il 2021, principalmente per effetto della digitalizzazione.
  • Semplificazione: Enel continuerà a incrementare la sua partecipazione nelle societa controllate, proseguendone l’integrazione nel Gruppo e razionalizzando il portafoglio tramite la rotazione degli asset, con un’ottimizzazione ulteriore del ritorno complessivo e del profilo di rischio.
  • Capitale umano: rilanciato fino al 2030 l’impegno per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). Approccio “Shared Value” nei confronti di comunita e persone integrato nei processi di core business del Gruppo; introduzione di target aggiuntivi specifici per SDG 9 (Industria, Innovazione e Infrastrutture) e 11 (Città e comunita sostenibili).
  • Miglioramento del rendimento del capitale investito a sostegno della crescita del dividendo: si prevede che investimenti piu orientati verso attivita a maggiore rendimento, efficienze e attenzione all’ottimizzazione del portafoglio possano creare valore per un totale di 400 punti base su un WACC del 6,2% nel 2021, con un aumento di oltre una volta e mezzo rispetto al 2018.
  • Remunerazione degli azionisti: confermato un dividendo del 70% calcolato sull’utile netto ordinario del Gruppo dal 2019 in poi, con una crescita annuale ponderata (Compound Average Growth Rate, CAGR) del dividendo implicito per azione (Dividend Per Share, DPS) di circa +12%; per la prima volta esteso ai prossimi tre anni il DPS minimo, con un CAGR di circa +9%.

Nel 2019 sono previsti:F

  • l’accelerazione degli investimenti come contributo alla crescita industriale nelle energie rinnovabili, in particolare in Nord America, con investimenti globali in aumento di piu del 35% rispetto al 2018 e la prosecuzione degli investimenti nelle reti, in particolare in Italia e Sud America; 
  • progressi significativi nell’efficienza operativa, supportati dalla digitalizzazione su tutti i nostri business, con un target di efficienze cumulate pari a 1,2 miliardi di euro al 2021; 
  • una sempre maggiore attenzione al cliente su scala globale e l’accelerazione delle attivita di Enel X nei business della mobilita elettrica e del demand response; 
  • ulteriori progressi nella semplificazione del Gruppo e gestione attiva del portafoglio, col fine di ottimizzarne il profilo complessivo di rischio e rendimento.

La strategia del Gruppo Enel, inoltre, e volta ad assicurare una capacità di resilienza, mitigazione e adattamento rispetto all’evoluzione del contesto esterno, con particolare riferimento al cambiamento climatico, grazie a un modello di business e un posizionamento di leadership allineati con l’Accordo di Parigi (COP21). A tal riguardo, nella sezione “Sostenibilità e lotta al cambiamento climatico“, è stata inserita una disamina dei principali rischi e opportunità legati al cambiamento climatico, delle azioni di mitigazione e adattamento messe in campo e degli obiettivi e metriche rilevanti.

I progressi raggiunti per ciascuno dei fattori abilitanti e dei princípi fondamentali del Piano Strategico ci consentono di confermare gli obiettivi economico-finanziari per il 2019.

Inoltre, sulla base degli elementi chiave sopra esposti, qui di seguito si ricordano gli obiettivi economico-finanziari su cui si basa il Piano Strategico 2019-2021 del Gruppo.

Obiettivi finanziari

 

2018201920202021CAGR (%)
2018-2021
EBITDA ordinario (€mld)~16,2~17,4~18,5~19,4~+6%
Utile netto ordinario (€mld)~4,1~4,8~5,4~5,6~+11%
Pay-out ratio70%70%70%70%-
DPS implicito (€/azione)0,280,330,370,39~+12%
Dividendo minimo per azione (€)0,280,320,340,36~+9%